Come proteggere i capelli in estate

capelli,forfora,caduta capelli,balsamo,dermatite seborroica

Capelli…come proteggerli in estate….

Sole, mare e vento se da un lato fanno bene, dall’altro indeboliscono i nostri capelli. Curarli nel modo corretto in estate, prevenendo danni sia nel breve sia nel lungo periodo, è possibile. Ecco i consigli della dermatologa Bianca Maria Piraccini, professore associato di dermatologia all’Università di Bologna ed esperta in malattie dei capelli e delle unghie.

Sole, mare e vento fanno bene o male ai nostri capelli?

L’estate è da una parte un periodo felice per i capelli perché l’esposizione al sole migliora alcuni disturbi come ad esempio la dermatite seborroica. In questi mesi dell’anno dunque i capelli sono meno grassi e con meno forfora.
La caduta dei capelli, che è stagionale, si verifica in primavera e in autunno, ma si può presentare anche durante l’estate in quei soggetti che sudano molto in testa, perché il sudore ha un effetto irritante sul cuoio capelluto.
D’altro canto la salsedine, i raggi solari e il vento indeboliscono i capelli, li rendono più duri, secchi e fragili soprattutto sulle punte. Salsedine e il cloro delle piscine danneggiano anche il fusto dei capelli.

Come possiamo proteggerli?

I capelli lunghi sono più sensibili e delicati agli attacchi atmosferici. Per proteggerli si possono utilizzare degli oli secchi che non ungono, o dei solari protettivi specifici per i capelli che però sono un po’ più grassi. Questi ultimi formano un involucro protettivo intorno ai capelli che li protegge da vento e salsedine e che assorbe le radiazioni ultraviolette impedendo di penetrare in profondità.
È indispensabile lavare i capelli ogni volta che si suda, con uno shampoo delicato, e applicare un balsamo ricco dopo ogni lavaggio.

Ci sono degli integratori che possono aiutare a prevenire i danni?

Gli integratori che preparano la pelle al sole, i fotoprotettori, sono indicati anche per i capelli e per il cuoio capelluto. Vanno assunti circa un mese prima di esporsi al sole. Per prevenire la caduta autunnale, invece, occorre assumere integratori specifici per i capelli a base di vitamina H e amminoacidi.

Che cosa è meglio evitare durante l’estate?

Sicuramente è sconsigliabile la permanente e la colorazione in questo periodo dell’anno. Sono procedure che recano un danno chimico ai capelli, indebolendoli e rendendoli privi di difese per affrontare un periodo al mare o in alta montagna. In autunno è consigliabile spuntare le parti danneggiate e mantenere una buona idratazione, soprattutto delle punte, con shampoo, impacchi e maschere.

Capelli e sport: come rispettarli quando si trascorrono le giornate all’aria aperta?

Chi fa sport per ore sotto il sole, penso a chi gioca a beach volley ad esempio, deve adottare qualche accortezza in più. I solari protettivi vanno sempre utilizzati, ed è indispensabile indossare un cappellino che protegga non soltanto i capelli ma anche il cuoio capelluto. Lo stesso discorso vale per chi è calvo, creme solari con fattore di protezione alto e cappellino non vanno mai dimenticati. Inoltre, vale la regola di sempre: evitare il sole nelle ore centrali della giornata, sia per la pelle del cuoio capelluto sia per i capelli.

Articolo originale: © OK Salute

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*