Frutta e verdura, elisir di lunga vita.

L’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ripete da anni che per vivere a lungo e in salute dobbiamo consumare 5 porzioni di frutta e verdura al giorno.

frutta verdura salute

Questa buona abitudine ridurrebbe il rischio di morire per malattia del 42%.

Ma che cosa è una “porzione”?

E come si fa ad arrivare alle quantità raccomandate?

Che cos’è una porzione:

«In Italia, per calcolare il peso delle porzioni si distingue tra verdura a foglia (80 g) e verdura cotta o cruda (200 g)» Per gli italiani il consumo medio è limitato a 3 porzioni al giorno, garantirsene 5 può sembrare difficile, ma si può cercare di arricchire la propria alimentazione dando priorità agli ortaggi. Sarebbe sbagliato, per esempio, consumare 4 porzioni di frutta e una sola di
verdura. Si consiglia di mantenersi sulle 3 porzioni di verdura (200 g) e 2 di frutta (150 g)».

Verdura e ortaggi, preziosi alleati:

Un’alimentazione ricca di ortaggi e frutta protegge da tumorimalattie cardiovascolari (ipertensione, infarto), cataratta, malattie dell’apparato respiratorio e di quello digerente. Merito dei preziosi nutrienti, in particolare vitamine e minerali, che rallentano la crescita delle cellule tumorali. I vegetali contengono diverse migliaia di composti (polifenoli, terpeni, composti solforati) che intervengono direttamente sul processo tumorale alcuni rallentando la crescita delle cellule maligne o rinforzando le difese immunitarie. Si calcola che un terzo dei tumori si potrebbe prevenire a tavola.

Trucchi per chi sgarra:

Se non riesci ad assicurarti le benedette 5 porzioni, cosa puoi fare? Per un giorno o poco più, non importa,  ma, se la carenza si protrae a lungo, è consigliabile un integratore multivitaminico, anche se non dà gli stessi benefici degli alimenti freschi che offrono l’azione congiunta di numerosi costituenti, alcuni dei quali ancora sconosciuti.

Come si fa, in pratica, a mangiare tutta questa frutta e verdura?

Con qualche buona abitudine ci si può riuscire….. per esempio, fare merenda con un frutto a metà mattinata e uno nel pomeriggio e non farsi mai mancare una porzione di verdura a pranzo e a cena, associata a un minestrone in uno dei due pasti.
Una valida alternativa sono i centrifugati, i frullati e le spremute. Tieni presente, però, che la centrifuga elimina le fibre, componenti importanti di questi alimenti, che vengono invece conservate nei frullati. Con un frullato di mela e banana ti garantisci la frutta raccomandata, a patto però di berlo subito affinché i componenti non si deteriorino».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*