Mal di stomaco, è ulcera?

Se soffriamo spesso di mal di stomaco, la prima domanda che ci facciamo è  “sarà ulcera?”. Il sintomo che ci può rilevare se la si ha, è il dolore bruciante che si attenua se si mangia qualcosa.

 mal di stomaco ulcera gastrite

Quando si hanno dolori nella parte alta e centrale dell’addome e che interessano l’apparato digerente, i medici parlano di dispepsia. I motivi causa della dispepsia possono essere molteplici, anche se il primo motivo che ci viene in mente è l’ulcera.

Si hanno bruciori o una fitta improvvisa?

La prima domanda del medico quando ci visita è se si ha bruciore o se si ha una fitta che aumenta di dolore e poi, piano piano, scompare. Infatti, non sempre lo stomaco è il colpevole, a volte, il disturbo, può venire dall’intestino, ed è per questo che bisogna, sempre, consultare uno specialista.

  • Può trattarsi di pirosi

E’ il semplice e classico bruciore di stomaco, provocato da un’alterazione degli acidi gastrici, come una semplice gastrite, un reflusso gastroesofageo o un’ulcera.

  • Può trattarsi di coliche

Potrebbero essere coliche intestinali e cioè una fitta passeggera nella zona addominale che si risolve da sola.

  • Stress e cambi di stagione

Anche lo stress e i cambi di stagione possono provocare dolore e bruciore di stomaco ma devono limitarsi a brevi periodi.

  • Reflusso gastroesofageo

Si presenta con bruciore all’altezza del petto e rigurgito acido in bocca. Può comparire più volte durante la giornata e anche di notte o in determinate posizioni (da sdraiati o se si è piegati in avanti).

Se mangi, il disturbo migliora?

Se mentre si ha il dolore, mangiamo qualcosa e questo migliora anche lievemente, ci sono delle probabilità di avere un’ulcera. Infatti, il cibo tampona il ph acido dei succhi gastrici che così risultano meno aggressivi. Naturalmente, non tutti i disturbi dello stomaco che migliorano mangiando sono dovuti all’ulcera. 

Terapie

Il metodo per capire con certezza se si è affetti da  ulcera è un’endoscopia gastrica. La terapia principale è a base di antibiotici, in quanto, generalmente è il batterio Helicobacter pylori, la causa della malattia. La sua presenza si può accertare tramite biopsia o con un semplice test dell’alito.

Prevenzione

Per prevenire la comparsa di un’ulcera, bisogna evitare stress, alcol e tabacco, che sono fattori scatenanti di questa malattia. Anche, alcuni farmaci, come gli antinfiammatori non steroidi (FANS), se presi di continuo e/o a stomaco vuoto, possono favorire la comparsa di un’ulcera.

Attenzione!

Se si sospetta di avere un’ulcera gastrica, il medico deve accertarsi che non si tratti di un’ulcera di origine maligna, prima di cominciare qualsiasi tipo di terapia. Infatti l’uso di farmaci, potrebbe, alleviare i sintomi e ritardare la diagnosi. Quindi la prima cosa da fare, è eseguire un’indagine approfondita tramite una gastroscopia…..

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.


*